Commedia italiana

Il ballo nella campagna romana
 
 
 
Lunghezza   cm. 26,5
Apertura      cm. 49
Stecche        20 + 2
 
 
 
Italia 1765 ca.
 
La scena rappresenta una festa nella campagna romana, la cupola di S. Pietro nello sfondo è inconfondibile, la presenza poi di un personaggio con una maschera sollevata sulla fronte, farebbe pensare ad una compagnia di girovaghi. L'argomento non è proprio dell'ultimo quarto del XVIII secolo come paiono le stecche. La pagina potrebbe essere leggermente anteriore e le stecche, di fattura inglese, del periodo neoclassico.
Il soggetto, della commedia dell'arte, è particolarmente gradito e rappresentato da due pittori, Watteau e Bucher, ma con minore slancio dinamico. Questo autore italiano, pur ispirandosi ai francesi, ci trasmette la vivacità dei Castelli Romani.
Graziosissima ed aggraziata la Colombina (?) sulla sinistra.
Le stecche d'avorio sono chiuse al rivetto con uno strass bianco.





 
"I dettagli fanno la perfezione e la perfezione non è un dettaglio" Leonardo Da Vinci
© I Miei Ventagli - Privacy