L' occasion fortunée N. Lancret


 
 
Lunghezza   cm. 29,5
Apertura      cm. 50,5
Stecche       19 +  2
 
 
 
 
Francia 1714-1720
 
Pregevole dipinto su pelle di capretto, la scena coglie un momento di svago in un parco tra danze e corteggiamenti. Sono raffigurate anche le figure della Comedie francaise o italienne tanto in voga tra i due secoli: sulla sinistra si riconosce un Pierrot che danza con una Colombina molto francese.
Non mi permetterei mai di attribuire questo ventaglio a Watteau, ma certamente l'artista lo aveva bene presente!
I richiami stilistici ai quadri del celebre pittore sono evidenti:
 
"L'insegna di Gersaint" ci descrive gli abiti femminili alla robe volante di moda negli anni della reggenza Orleans.
"Convegno di caccia" è una carrellata di abiti maschili.
"Gli Champs-Elysées" mostrano altri abiti, copricapi da uomo che potremmo definire da pittore, le culotte fermate sotto al ginocchio da un nastro e le scarpe da uomo ancora nella foggia Luigi XIV con fiocco e tacco; tutte queste caratteristiche mi portano a collocare il ventaglio negli anni della Reggenza Orleans.
Se l'atteggiamento un po' dimesso del suonatore di liuto sulla destra, ricorda lo stile di Nicolas Lancret (1690-1743) gli abiti femminili e la moda raffigurata da quest'ultimo parrebbero leggermente posteriori a quelli presenti sul ventaglio.
 
Le stecche di avorio sono leggermente traforate con una decorazione vegetale, e attorno al rivetto si trova una inclusione di madreperla, come vediamo anche nei nn. 029 - 073 – 094, particolare che reputo indicatore del periodo tra il 1700 ed il 1720.
 
Ringrazio Davide G. Di Raftelli che riconosce la scena come copia di un dipinto di N. Lancret  " L'occasion fertunée", opera che non esiste più se non in una stampa conservata al British Museum.




 
"I dettagli fanno la perfezione e la perfezione non è un dettaglio" Leonardo Da Vinci
© I Miei Ventagli - Privacy